fbpx

I comportamenti abituali dei perfezionisti

Tempo di lettura:  8 min.

INDICE

Sei un perfezionista? Cerchi spesso di raggiungere uno standard perfetto nel tuo lavoro? Accetti i tuoi errori? Scopri i segnali, i sintomi e i comportamenti tipici che ti dicono se sei un perfezionista.

I PERFEZIONISTI SONO SPESSO STRESSATI

Un perfezionista è facilmente una persona che rifiuta di accettare qualsiasi standard diverso dal suo concetto di perfezione. In psicologia, il perfezionismo è un tratto di personalità caratterizzato da “una persona che lotta contro l’imbarazzo e la vergogna, che stabilisce standard di prestazione eccessivamente elevati, accompagnato da auto-valutazioni e preoccupazioni eccessivamente critiche riguardo alle valutazioni degli altri”.

Per un perfezionista, tutto ciò che non è perfetto è inaccettabile: non accetta il minimo errore.

Il perfezionismo è stato collegato alla depressione e all’ansia. Mentre molte persone pensano al perfezionismo come una caratteristica positiva, ed è vero, ma in tanti casi può portare livelli elevati di stress. Avere standard elevati e lavorare sodo per raggiungere il successo va bene. Purtroppo, il perfezionismo è l’assoluta necessità di raggiungere obiettivi irragionevoli o irraggiungibili.

Il vero problema è che, generalmente, i perfezionisti legano la propria autostima con la loro capacità di essere perfetti. Danno la colpa a qualsiasi risultato negativo per il fatto che non sono stati abbastanza bravi oppure non si sono impegnati abbastanza. Vivere in questo modo è stressante.

Cosa è il perfezionismo: esempi, tipologie e cause

” Le persone perfette non combattono, non mentono, non commettono errori e non esistono. "

I COMPORTAMENTI ABITUALI DEI PERFEZIONISTI

Per aiutarti a capire se pensi di essere un perfezionista oppure no, e valutare il tuo livello di perfezionismo, in seguito trovi i sintomi e i comportamenti tipici dei perfezionisti.

  1. O tutto o niente. O fai tutto bene o non lo fai affatto.
  2. Tutto dipende dal risultato finale. Non ti interessa il processo, l’apprendimento, l’esperienza, l’imparare dagli errori. L’unica cosa che conta per te è il risultato finale.
  3. Non accetti il minimo errore. Ogni volta che vedi un errore, ti arrabbi con te stesso e lo correggi prima possibile. Se più focalizzato verso qualcosa che non va rispetto a ciò che è OK. Pensi più ai problemi che alle soluzioni.

  4. Sei estremamente duro e iper-critico con te stesso. Ogni volta che qualcosa va storto, diventi eccessivamente critico con te stesso, ti incolpi e stai male per questo. In alcuni casi ti auto-infliggi delle punizioni.
  5. Il successo non è mai abbastanza. Qualunque cosa tu faccia, c’è sempre un risultato migliore a cui puntare. Al di là di questo desiderio di miglioramento, molte volte non sei felice se non cerchi un obiettivo più alto e più grande. Raramente ti accontenti di come stai migliorando.
  6. Accetti difficilmente soluzioni diverse dalle tue. Hai un modo molto specifico di svolgere le attività e se qualcosa non è conforme al tuo approccio, non lo accetti. Per questo motivo, spesso è molto difficile trovare le persone giuste con cui lavorare.

  7. Devi avere necessariamente tu il controllo. Se lavori su un progetto di gruppo, prendi automaticamente l’iniziativa e decidi quali attività verranno completate da tutti gli altri.

  8. Potresti evitare un attività o un compito quando sai che non sarai il migliore. Preferisci rinunciare a un compito piuttosto che non farlo alla perfezione. Se arrivi a una riunione in ritardo, non entri. Se pensi che il tuo report non è perfetto, ti rifiuti di consegnarlo.
  9. Hai standard estremamente elevati (irraggiungibili!). Qualunque cosa tu decida di fare, ti poni obiettivi troppo elevati. A volte, questi obiettivi ti stressano continuamente. Potresti finire per mettere a repentaglio anche la tua salute solo per raggiungerli. A un certo punto, rimani bloccato da questi standard, non li ridefinisci, così procrastini e smetti di lavorarci per paura di non poterli raggiungere.

  10. Ti deprimi quando non raggiungi i tuoi obiettivi. Spesso rimugini su risultati che non arrivano e ritieni che la responsabilità sia totalmente tua se non raggiungi lo standard perfetto (irraggiungibile!).

  11. Procrastini solo per fare qualcosa nel momento “giusto”. Aspetti spesso il momento “giusto” per raggiungere i tuoi obiettivi. Inizi solo quando ti senti totalmente pronto per offrire la migliore prestazione. A volte questo stato di “prontezza” non sembra arrivare mai.

  12. Individui costantemente errori quando gli altri non ne vedono. Questo può semplicemente significare che sei solo molto orientato ai dettagli, ma i perfezionisti spesso individuano errori, e sembrano non contenti se non li trovano. A volte questi errori sono reali, altre volte sembrano immaginari.

  13. Trascorri spesso molto tempo a perfezionare qualcosa. La perfezione è l’obiettivo finale. Non è raro sacrificare sonno, tempo personale per portare il tuo lavoro ai massimi livelli.

  14. Sacrifichi il tuo benessere per rendere qualcosa di perfetto. Potresti saltare pasti e riposi per poter continuare a lavorare su un progetto perché non è ancora perfetto.

  15. Sei stressato se pensi che qualcuno non sia soddisfatto del tuo lavoro.

  16. Ti senti sollevato quando qualcun altro fallisce. Anche se sai che non dovresti, vedere qualcun altro commettere un errore o fallire ti fa sentire meglio, almeno per un po’. Rafforza la convinzione che tu che sei migliore di lui.

  17. Pensi che chiedere aiuto sia un segno di debolezza. Credi che se non puoi fare tutto, non puoi essere perfetto e questo non è accettabile. Pensi che te la devi cavare da solo.

  18. Fai solo cose che hanno uno scopo. Non ti piace oziare oppure fare hobby inutili. Invece, tutto ciò che fai ha uno scopo nella tua vita.

Avere alcune di queste caratteristiche non significa che sei un perfezionista, tuttavia, se ti vedi in molte di queste caratteristiche, potresti essere un perfezionista.

Ci sono modi per superare il perfezionismo e iniziare a goderti la vita e le relazioni intorno a te.

Un Coach lavora per aiutarti a trovare modi pratici e utili per cambiare i tuoi schemi di pensiero e concentrarti maggiormente sugli aspetti positivi della tua vita e delle tue relazioni.

IO SONO STATO UN PERFEZIONISTA

Io sono stato un vero e proprio perfezionista. In effetti, c’è stato un tempo in cui tante delle caratteristiche sopra scritte mi bloccavano! Una grande parte del mio perfezionismo proviene dal fatto che voglio sempre dare il meglio in tutto ciò che faccio. Penso che quando ci prefiggiamo di fare qualcosa, dovremmo fare del nostro meglio senza scendere a compromessi o avere scuse. Un altro motivo è che sono cresciuto in una cultura in cui il successo viene esaltato e il fallimento, punito. Le persone sono famose per essere le migliori e ti vergogni se cadi e fallisci.

Grazie ad un percorso di Life Coaching ho imparato a ridurre le parti negative del mio perfezionismo. Ora, come Coach, ho la grandissima soddisfazione ad aiutare altre persone a liberarsi dalla schiavitù del perfezionismo.

” La perfezione non esiste – puoi sempre fare meglio e puoi sempre crescere. "

BIBLIOGRAFIA – LETTURE CONSIGLIATE

Martina R. Humouda E., Equilibrio emozionale. La via che conduce alla pace e alla guarigione interiore, Ed. Tecniche nuove 2011

Millman D., La via del guerriero di pace. Un libro che cambia la vita letto da Jacopo Venturiero, Ed. Il punto d’incontro 2006

Napoleon Hill, Pensa e arricchisci te stesso, Ed. Gribaudi 2004

SPUNTI DI RIFLESSIONE

Come definisci i tuoi standard?

Sei focalizzato solo sul risultato o anche sul percorso di apprendimento?

Raggiungi normalmente gli obiettivi che ti poni?

AZIONE AZIONE AZIONE

Scrivi le lezioni che hai imparato dagli errori che hai commesso.

Fai una lista dei tuoi punti di forza.

Brinda con un amico ad un tuo fallimento.

Buona vita!

Grazie per aver letto questo articolo.

Tu cosa pensi riguardo all’argomento? Scrivimi se hai domande o vuoi condividere la tua esperienza.

Scopri i miei Servizi di Coaching per raggiungere i tuoi obiettivi nel business, incrementare le tue performance e trovare benessere.

Se hai suggerimenti o consigli per migliorare il mio website e dare ancor più valore ai lettori, sarò ben felice di accettare un tuo feedback.

La scrittura di questo articolo ha richiesto un lavoro di molte ore, se ritieni che possa essere utile a qualcuno condividilo sui tuoi canali social. Grazie!

I MIGLIORI LIBRI DI LIFE COACHING

Digita sul titolo o sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

Aiutami a migliorare i contenuti del Blog. Quanto hai trovato interessante l'articolo?

Esprimi il tuo Feedback. Se hai suggerimenti scrivimi a coach@matteorocca.com

Grazie per il tuo Feedback!

Nessun Feddback finora. Sìì il primo

Condividi

Seguimi sui Social

Mi spiace che questo articolo non ti si stato utile

Aiutami a migliorare i contenuti del Blog

Hai suggerimenti per migliorare il contenuto?

Condividi questo articolo:
onpost_follow
Tweet
Share
Categorie
GUIDA INTRODUTTIVA AL COACHING

PROFESSIONE

GUIDA PRODUTTIVITA'

CATEGORIE

LIBRI DA LEGGERE

SERVIZI DI COACHING

Rimani aggiornato

Richiesta aggiornamenti

No spam, cancellazione sempre gratuita

Condividi sui social

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, imprenditore, autore ed Executive Business Coach ACC ICF con circa 20 anni di esperienza imprenditoriale e manageriale in Italia e all’estero. La mia esperienza mi ha permesso di entrare in contatto con culture molto diverse, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale e personale.

Da sempre appassionato di Coaching e crescita personale, ora aiuto imprenditori e manager a ottenere risultati grazie a nuovi strumenti, metodologie e competenze. Li supporto nella gestione di progetti d’innovazione e cambiamento, con percorsi di Coaching e Formazione, individuali e collettivi, per migliorare le prestazioni professionali.

MATTEO ROCCA

Mental Coach per Managers ed Imprenditori

Mental Coach per manager, percorsi di Coaching per imprenditori e liberi professionisti.

Impara a raggiungere i tuoi obiettivi nel Business con Matteo Rocca

Per Chi Opero?

Imprenditori, professionisti manager, dirigenti

Perchè lo faccio?

E' la mia passione, il mio lavoro, il tuo supporto è la mia responsabilità

Cosa Faccio?

Il coaching, i risultati concreti, la creazione di valore il miglioramento continuo

Come Lavoro?

Strategie efficaci, decisioni ponderate, goal setting piano d'azione

Richiedi una sessione Gratuita

Compila il form e richiedi una consulenza esplorativa con Matteo Rocca