F.A.Q. - DOMANDE FREQUENTI PERCORSI DI COACHING

CLIENTE

Il cliente nel coaching è una persona o una organizzazione che vuole raggiungere un livello di performance maggiore, o aumentare le competenze o la soddisfazione nel proprio lavoro in tempi rapidi, per un progetto specifico o per preparare la gestione di altre persone. A volte c’è mancanza di chiarezza delle scelte da fare oppure c’è bisogno di riequilibrare il tempo dedicato al lavoro rispetto alla vita privata o superare periodi di stress. In altri casi c’è un bisogno di gestire in modo più organizzato la propria attività o affrontare fasi di cambiamento o ancora migliorare le capacità di relazione e favorire l’auto efficacia.

“Quando capisco che mi serve un coach?”

Quando hai in mente un obiettivo, ma per qualche motivo le tue risorse personali sono momentaneamente “non disponibili”. Chiediti se sei favorevole e flessibile ad attuare cambiamenti reali nel tuo lavoro o nella tua vita e sei disposto a confrontarti, ampliare le prospettive e dedicare del tempo per promuovere un auto-sviluppo personale. Fissa una consulenza

“A chi è rivolto il BUSINESS COACHING?”

Il Business Coaching si rivolge a imprenditori, manager, liberi professionisti, aziende che vogliono potenziare le proprie risorse attraverso un efficace strumento di conoscenza e crescita personale. Gli ambiti di intervento, tra gli altri, sono quelli della gestione del cambiamento, lo sviluppo della leadership, il lavoro di team, la gestione del tempo, l’equilibrio tra lavoro e vita personale, la motivazione delle risorse, la comunicazione, il rafforzamento dell’autostima, la produttività.

“A chi è rivolto il LIFE COACHING?”

Il Life Coaching si riferisce agli ambiti personali della vita delle persone ed è rivolto a uomini, donne, ragazzi. Il Coach può essere di aiuto per raggiungere più velocemente degli obiettivi oppure nei momenti di stallo, indecisione, confusione; quando cioè siamo chiamati a compiere delle scelte e non riusciamo a individuare la direzione per noi più giusta.

“A chi è rivolto il TEAM COACHING?”

Il Coaching è impiegato sia con i singoli sia con i team (Team Coaching). Quando viene fatto per il Team i benefici ricadono anche sui singoli componenti, in special modo sul Team Leader per quanto riguarda le sue capacità di guida, delega e motivazione, e sui membri del team a cui dà la possibilità di affrontare le classiche disfunzioni dei team, quali i conflitti, le alleanze ostili, la non partecipazione, la mancanza di fiducia, con gli strumenti collaborativi che il Coaching attiva durante il processo focalizzato sugli obiettivi comuni.

“A chi è rivolto lo SPORT COACHING?”

Il Coaching nella performance sportiva è rivolto ad atleti e ad allenatori, a chiunque pratichi attività sportive e voglia migliorare la propria performance lavorando ecologicamente sulle proprie capacità e potenzialità. E’ particolarmente efficace nel superare gli ostacoli psicologici che si manifestano durante le competizioni e i momenti di stress.

“A chi è rivolto lo CAREER COACHING?”

Riguarda l’ambito lavorativo, in particolare la Carriera. Serve quando sei in cerca di lavoro e vuoi sentirti realizzato, esaltare le tue abilità, capire quali qualità possono aiutarti in ambito lavorativo, affrontare efficacemente un colloquio di lavoro.

“In azienda si può fare il coaching a chi non lo desidera?”

No. L’efficacia del coaching è nella assunzione di consapevolezza e responsabilità. Se il coaching viene imposto, non funziona. Dalla mia esperienza, però, ciò capita raramente. Se lo strumento del coaching aziendale è utilizzato genuinamente come investimento sulla crescita delle risorse, una volta che ne sono percepite le potenzialità, il coaching viene ben accolto.

“Con il coaching si può lavorare su obiettivi minori?”

Certamente! Con alcuni clienti lavoro per raggiungere i loro obiettivi, su progetti definiti e a breve termine. In parecchi casi, comunque, il cliente continua a lavorare anche successivamente perché scopre mete ancora più interessanti da conseguire.

“Come posso pagare?”

Le condizioni di pagamento sono studiate per ogni nostro servizio, in base alla sua durata e all’entità dell’importo. Normalmente cerco di rendere i pagamenti semplici, ma anche sostenibili e in alcuni casi é previsto che si possa pagare a rate. Se rispetto alle condizioni standard del servizio o prodotto che vuoi acquistare hai esigenze diverse non esitare a informarmi prima dell’inizio del percorso.

“E’ meglio andare da un coach o da uno psicologo?”

Essendo professionisti diversi, a ognuno di questi ci si rivolge per motivi diversi. Lo psicologo cura un disturbo psicologico, un Coach si occupa di presente e di futuro, di obiettivi ed è “incentrato sul risultato”. Per maggiori informazioni, anche su altre professioni “parallele”, guarda la pagina specifica del sito. Cosa non è il coaching.

“Come posso avere qualche informazione aggiuntiva?”

Scrivimi utilizzando il form qui sotto oppure alla mail che trovi nei contatti.

” Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande ”

Naguib Mahfouz

REPORT & STATS

Ricerche, studi e statistiche sul Coaching

COSA NON E' IL COACHING

Differenza tra Coaching e altre discipline

GLOSSARIO COACHING

Termini usati, parole e definizioni

STRUMENTI

Durante i percorsi, nella fase iniziale, vengono utilizzati strumenti diagnostici accreditati nell’ambito della comunicazione, della crescita professionale e nell’organizzazione aziendale. Questa fase facilita il compito del coach nell’individuare subito ed in modo preciso le preferenze del cliente nel modo di prendere decisioni, lavorare e gestire le difficoltà.

Oltre a quanto sopra descritto, i percorsi possono avvalersi di diversi strumenti:

  • incontri individuali (max. 120 min.), in presenza o in videoconferenza, a una distanza di 1-3 settimane;
  • sessioni telefoniche (max 60 min) per il monitoraggio del piano d’azione, (facoltative);
  • schede formative o corsi di e-learning sviluppati dal coach e funzionali ad accelerare l’apprendimento su temi specifici (frequentati in autonomia, con assistenza del coach)
  • lavoro individuale da parte del coachee su articoli, libri, film, etc.;
  • esercitazioni e simulazioni utili a superare difficoltà emergenti o a rafforzare prestazioni già soddisfacenti

RISERVATEZZA

Nei percorsi di coaching ci sono conversazioni in cui vengono sollevate preoccupazioni personali e professionali complesse, spesso private. Una parte fondamentale di questo processo implica la fiducia e l’assoluta certezza che la riservatezza sarà mantenuta ai massimi standard.

A riguardo come Coach associato a ICF e AICP mi impegno a seguirne i rispettivi codici etici. Puoi consultarli ai link qui sotto:

Codice etico ICF

Carta etica AICP

Puoi esser certo che le nostre conversazioni private saranno protette, in conformità ai rigorosi standard personali e professionali. Ciò ti consentirà di essere libero di comunicarmi ogni pensiero per impegnarti pienamente e lavorare sul miglioramento della gestione dello stress, per realizzare i cambiamenti che desideri.

CONSULENZA GRATUITA E APPROFONDIMENTO

CERTIFICATION

logo-certificazione-extended-disc-assessment
logo-Associazione-italiana-coach-professionisti