fbpx

Fino al 30/04 codice PROMOLANCIO50 per uno sconto del 50% sui corsi online

Vincere la dipendenza dal cellulare e migliorare i risultati

Vincere la dipendenza dal telefono e migliorare i risultati (titolo)

INDICE

“RIng, buzz, beep”

Senti questi suoni quando il tuo cervello si sforza di concentrarsi su un’attività? Anche se sai quanto gli smartphone ti distraggono, fai ancora fatica a superare la tentazione di avere sempre in vista il tuo smartphone. Ti piacerebbe superare la voglia di controllare il tuo smartphone ogni tanto, ma finora non ci sei mai riuscito.

In questo articolo imparerai i motivi per cui siamo così dipendenti dai nostri telefoni. Conoscerai anche metodi facili per ridurre la dipendenza dallo smartphone.

Sei sempre incollato al tuo telefono? Devi sbirciare dentro il tuo smartphone ogni tanto, anche senza motivo? Quando il telefono emette un segnale acustico, senti il bisogno di controllare rapidamente per cosa era la notifica? Ti sei chiesto se hai una dipendenza dal telefono?

Lascia un commento su ciò che pensi sia il tuo utilizzo quotidiano del telefono in ore. Come attività secondaria, puoi anche calcolare quanto tempo nella tua vita trascorrerai totalmente su un telefono.

Come gli smartphone hanno cambiato il mondo: pro e contro

Gli smartphone sono stati una grandissima scoperta per il cambiamento che hanno portato. Abbiamo migliaia di app che servono a scopi più disparati.

Quando ti ricordi del tuo amico, tiri fuori il telefono e gli invii un messaggio. Se hai bisogno di una nuova TV, puoi averla a portata di mano con pochi tocchi. Se ricordi un’email importante a cui rispondere, puoi farlo mentre sei al centro commerciale.

Gli smartphone hanno aiutato le persone a fare cose che erano impossibili un decennio fa. Tuttavia, come con qualsiasi tecnologia, questo ha un costo. I telefoni hanno i loro svantaggi di cui molti non si rendono conto o non sono d’accordo.

Gli smartphone sono senza dubbio i più grandi killer della produttività e della concentrazione. Le persone finiscono per passare ore su App che non aggiungono valore al loro tempo. Il telefono oggi è diventato necessario. Quando la batteria mostra meno del 5%, e non hai a portata di mano un caricabatterie, un brivido corre lungo la schiena.

La causa della dipendenza dal cellulare: il ronzio di una notifica o il suono

Quante volte sei distratto da una notifica non necessaria sul tuo smartphone? Probabilmente molte più volte di quanto tu abbia realizzato.

Puoi calcolare quanto tempo trascorri in media sul tuo smartphone iniziando questa attività per smettere di perdere tempo.

Il modo in cui gli smartphone hanno creato una dipendenza è dovuto al ronzio o al suono per ogni notifica. Le persone lo vogliono e devono sbirciare nei loro telefoni.

Riesci a ricordare quando hai sentito il tuo telefono ronzare in lontananza e per qualche motivo non sei riuscito a controllare cosa fosse? Ti ricordi come ti sei sentito? Non hai sentito un certo livello di disagio? Probabilmente ti sei sentito rilassato solo dopo aver controllato il telefono.

Senti il biogno di controllare i tuoi messaggi di testo durante la guida? Molte persone lo fanno. Anche se il testo non è importante, alcune persone sentono addirittura il bisogno di rispondere immediatamente. Lascia che te lo dica, è molto pericoloso, non farlo!

La ricerca afferma che inviare messaggi di testo è tra le maggiori cause di decessi sulla strada. La quantità di incidenti causati dall’uso dei telefoni è una prova sufficiente.

Quante volte le notifiche sono davvero urgenti?

Rifletti. Oltre il 90% delle notifiche non necessita della tua immediata attenzione. È una priorità sapere se a un tuo follower è piaciuta la tua foto di Instagram pubblicata di recente? Anche se fosse qualcuno per cui avevi segretamente una cotta, non puoi aspettare?

Devi essere necessariamente avvisato di una barzelletta che una persona che conosci a malapena ha inviato a una chat di gruppo?

In breve, le notifiche sono una distrazione. Chiediti, quanto spesso una notifica è stata urgente? Quante volte ti sei distratto mentre facevi qualcosa di importante?

La voglia di controllare il feed delle notizie

Le piattaforme di social media hanno capito il meccansmo che crea dipendenza, dietro la necessità di controllare il feed di notizie di tanto in tanto. È pratica comune scorrere il feed delle notizie su Facebook o Instagram quando ti senti distratto.

Chiediti, quanto è importante sapere dove sta volando il tuo lontano parente o cosa ha mangiato a pranzo un tuo vecchio amico? Che differenza fa sapere dove si trova il tuo ex collega?

Come la tua dipendenza dal telefono uccide la tua concentrazione e la tua produttività

Potresti pensare che controllare il tuo telefono solo per pochi secondi non influisca molto sulla tua efficienza. Quanto potrebbe essere brutto controllare il telefono per alcuni secondi, giusto?

Sbagliato!

Non hai considerato il tempo e la concentrazione persi a causa dei residui di attenzione.

Essere distratti da un messaggio e tornare a ciò su cui stavi lavorando non funziona come un interruttore a levetta. Quando torni al lavoro, i residui di attenzione richiedono più tempo.

Ricordi quando il tuo amico ti ha mandato un messaggio al lavoro? Dopo che hai risposto e messo il telefono in tasca, il pensiero del messaggio è durato ancora un po’. Ecco cos’è il residuo di attenzione. In termini semplici, il residuo dell’attenzione è il pensiero che rimane in testa per un poco di tempo anche dopo che sei tornato al lavoro, ostacolando così la tua concentrazione.

Per darti alcuni numeri, supponiamo che controlli il tuo telefono 10 o più volte all’ora. 10 volte all’ora è un evento abbastanza comune nelle generazioni di oggi. Hai impiegato 1 minuto per controllare il telefono / e-mail / chat, 1 minuto sul residuo di attenzione e 1 minuto per rimettere a fuoco il punto in cui ti eri fermato. In totale, finisci per perdere 30 minuti ogni ora, il 50% delle volte.

Se 1 minuto ciascuno sembra un’esagerazione su ciascuna di queste 3 cose, prova a guardare una persona intorno a te e usa un cronometro. Scopri da solo di quanto tempo una persona ha bisogno per tornare al lavoro effettivo, dal momento della distrazione.

Leggi la guida definitiva per smettere di perdere tempo

Come curare la dipendenza dal telefono?

L’intento dell’articolo non è educare le persone a smettere del tutto di usare smartphone o le App per il tempo libero. Sappiamo tutti che è fondamentale anche rilassarsi e divertirsi. Lo scopo di questo articolo è ridurre le notifiche stesse in modo da poter lavorare in modo più concentrato e quindi meno ore.

Dopo aver sentito una notifica, resistere all’impulso di verificare di cosa si tratta, è una battaglia difficile da vincere contro te stesso. Un’opzione più semplice è ridurre il più possibile le notifiche.

Inizia con la “modalità senza disturbo” (do not disturb mode):

La migliore soluzione possibile per ridurre le notifiche è impostare il telefono su “modalità senza disturbo”.

Per quanto riguarda le chiamate, si consiglia di usare la massima discrezione. Se puoi eliminare la distrazione disattivando anche tutte le chiamate, vai avanti e imposta il tuo cellulare come “silenzioso”.

Un consiglio: solo le chiamate possono essere l’eccezione. In nessuna occasione una domanda posta in una chat di gruppo o in un testo è stata una questione di vita o di morte. Se una situazione richiede davvero la tua attenzione, stai certo che le persone ti chiameranno.

 

L’esercizio per lavorare con il cellulare in “modalità senza disturbo”

Quando inizi, stabilisci un obiettivo piccolo per te stesso. L’obiettivo può essere qualsiasi cosa da 1 a 3 ore. Qualunque cambiamento inferiore ad 1 ora è una durata troppo breve. Un impegno di 3 ore può essere una forte tentazione a cui resistere per chi è abituato a controllare il telefono ogni tanto.

Supponiamo che tu abbia fissato un obiettivo raggiungibile di 90 minuti di attività senza smartphone. Per quei 90 minuti, non ti è permesso guardare il telefono, leggere le notifiche o controllare qualsiasi App. Se ricevi una chiamata in arrivo, puoi sbirciare per controllare chi sta chiamando. Solo se la chiamata è urgente la riceverai. In caso contrario, attenderai il completamento dei 90 minuti prima di rispondere alla chiamata.

Non utilizzare la chiamata in arrivo come un’opportunità per controllare i messaggi o le notifiche dell’applicazione. Puoi controllare solo dopo il tempo prefissato. Non imbrogliare controllando rapidamente solo per un secondo.

“Dovresti controllare lo smartphone quando vuoi, non quando lo smartphone vuole che tu lo faccia.”

Tieni presente che potresti provare disagio o mal di testa quando tenti di stare lontano dal tuo cellulare. Se lo fai, ciò che stai vivendo si chiama sintomi di astinenza dal telefono, e proprio non è nulla di cui preoccuparsi! Anzi…

 

Premiati quando svolgi le attività senza consultare il cellulare

Una volta completati 90 minuti, premiati controllando il telefono e dedicandoci un po’ di tempo. Una volta che ti sei divertito, nella pausa, stabilisci un altro obiettivo e ricomincia.

Una variante di questo esercizio consiste nell’annotare l’orario fino al quale non controllerai il telefono. Fino a quando non arriva l’ora indicata, non è consentito controllare il telefono. Sebbene sia simile a fissare un obiettivo mentalmente, c’è sempre magia quando scrivi un obiettivo.

 

Conclusione

In questo articolo hai capito i motivi per cui sei dipendente dallo smartphone. Ti sei reso conto che controllare il tuo smartphone ostacola fortemente la tua produttività. Lo scopo di questo articolo è aiutarti a superare la voglia di controllare il tuo telefono ogni tanto. Il modo migliore per rendere il tuo telefono meno interessante è ridurre il numero di volte in cui emette segnali acustici, squilli o vibra chiedendo la tua attenzione.

Nell’esercizio si è appreso come utilizzare in modo efficace “la modalità senza disturbo”. L’esercizio ti ha sfidato a mettere il telefono in modalità “silenzioso” per 1-3 ore. Sono sicuro che ci sei riuscito brillantemente. In caso contrario, non temere. E’ possibile che ci voglia un poco di tempo per superare la dipendenza dal telefono.

Lascia un commento su come ha funzionato la tua esperienza su DND.

Ora sei arrivato alla fine della prima fase: iniziare con la produttività. Datti una pacca sulla schiena. Non è stata un’impresa facile. Inoltre, hai imparato alcuni trucchi per evitare di perdere tempo e migliorare la tua produttività.

E tu? Quanto sei bravo a gestire il tuo tempo?

Scopri il mio servizio di Performance Coaching.

I migliori libri sulla gestione del tempo e della produttività

Digita sul titolo o sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

0 0 votes
Article Rating
Categories

CORSI ONLINE

Programmi di miglioramento e crescita personale per potenziare le abilità di gestione del tempo, organizzazione personale.
Subscribe
Notify of
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, imprenditore, autore ed Executive Business Coach ACC ICF con circa 20 anni di esperienza imprenditoriale e manageriale in Italia e all’estero. La mia esperienza mi ha permesso di entrare in contatto con culture molto diverse, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale e personale.

Da sempre appassionato di Coaching e crescita personale, ora come Mental Coach aiuto imprenditori e manager a ottenere risultati grazie a nuovi strumenti, metodologie e competenze. Li supporto nella gestione di progetti d’innovazione e cambiamento, con percorsi di Coaching e Formazione, individuali e collettivi, per migliorare le prestazioni professionali.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Share via
Copy link