fbpx

Multitasking: significato e definizione

multitasking-significato-e-definizione

INDICE

Cosa significa Multitasking?

È una parola inglese che vuol dire: “ svolgere diverse mansioni contemporaneamente o fare diverse cose allo stesso tempo” (Fonte: dizionario Garzanti).

Per quanto molti siano convinti estimatori di questa tecnica (anche quando si tratta di organizzazione domestica), che all’apparenza potrebbe in qualche modo la soluzione alla mole infinita di attività che dobbiamo portare a termine quotidianamente, convincendoci che possiamo preparare la cena mentre parliamo al telefono con un collega per accordarci su un progetto da consegnare e intanto mandiamo una mail, la realtà dei fatti è che: Non c’è niente di più sbagliato.

Per capire in maniera semplice cosa significa multitasking, potremmo dire: più cose fai, meno rendi.

La ricerca americana Executive Control of Cognitive Processes in Task Switching,  ha rivelato che il cervello umano non è adatto a processare più attività contemporaneamente.

A confermare questo, la University of Sussex ha condotto uno studio sulle risonanze magnetiche delle persone che hanno trascorso lunghi periodi di tempo su più dispositivi elettronici contemporaneamente per esempio guardando la tv ed inviando i messaggi con il cellulare dimostrando che anche queste semplici attività riducono la densità della corteccia anteriore cingolata, responsabile del nostro controllo cognitivo ed emotivo e rivelando una densità della materia grigia inferiore nel cervello.

In poche parole: più cose svolgiamo contemporaneamente e meno prestanti diventiamo a livello mentale ed emozionale.

Ulteriori ricerche sull’argomento condotte dall’University of Stanford hanno confermato che i multitasker hanno un’attenzione inferiore rispetto a quelli che preferiscono completare un’attività alla volta.

“E’ stato uno dei miei mantra, concentrazione su una cosa e semplicità.”

– Steve Jobs –

abitudini-negative-da-eliminare-per-essere-produttivi

Multitasking significato: come non cadere nella trappola?

Vediamo insieme alcune strategie che si possono applicare, ora che abbiamo compreso contemporaneamente multitasking definizione:

#1 Stabilisci le priorità e svolgi un’attività alla volta.

È ottima l’abitudine di fare quotidianamente una lista di cose da portare a termine. Ne abbiamo già parlato a proposito di questo argomento nell’articolo che trovi da questa parte. In questo modo non sfugge niente ed è possibile liberare la mente per concentrarsi sul “qui ed ora”.

Di solito si cerca di individuare 2/3 attività più urgenti e più importanti che devo assolutamente finire. Quando finisce un determinato compito basta che guardi la lista e subito si stabilisce un’altro compito a cui dedicarsi.

Man mano che si portano a termine le attività le depenno dalla mia lista, questo mi incoraggia ad andare avanti e a progredire nei miei compiti.

Personalmente, ho notato che se rimango focalizzato su una attività alla volta riesco a portarla a termine più facilmente senza distrazioni.

IL MITO DEL MULTITASKING

Multitasking significato: alla ricerca di equilibrio

L’unica forma di difesa contro il disordine dato dal cosa significa multitasking, è tornare ad uno stile di vita più lento, meno prigioniero delle tecnologie e delle mille possibilità che ci offre il mondo, trovando cosi un nostro equilibrio interiore e scoprendo la qualità più che la quantità.

Avere tante azioni da dover portare a termine, (e quindi cascare nel vero significato di multitasking) causa stress e disagio con la situazione in cui ci troviamo

Ecco perché ho creato dei test e dei questionari che potrai utilizzare per riuscire ad orientarti meglio e per fare chiarezza e migliorare il tuo stile di vita. Li puoi trovare da questa parte!

Molte persone hanno già utilizzato il test per capire al meglio la loro situazione attuale, e tutti ne sono rimasti soddisfatti per la consapevolezza del loro stato che hanno acquisito. Sulla pagina che troverai da questa parte, avrai la possibilità di leggere le loro testimonianze.

Sono certo che i test che trovi in questa pagina, ti daranno una mano a capire al meglio come stai attualmente.

Se questo articolo ti è piaciuto e pensi possa essere di aiuto a qualcuno, non esitare a condividerlo sui social!

E se ti va di approfondire gli argomenti, scrivimi a info@stresscoach.it o sulla pagina Facebook.

A presto.

#2 Imparare a lavorare a blocchi

Chi di noi non conosce la sensazione deprimente di non saper bene cosa abbiamo fatto e di aver perso del tempo prezioso. Proprio per questo motivo ho imparato a lavorare a blocchi.

Una delle tecniche che utilizzo di solito, consiste nell’impostare un lasso di tempo di 25 minuti nel quale mi dedico all’attività senza nessuna interruzione, dopo di che mi concedo una piccola pausa di 5 minuti. In questo modo rimango concentrata e riesco a portare a termine più attività ed essere più produttiva.

Questa tecnica è conosciuta in tutto il mondo (soprattutto da chi conosce le insidie del multitasking e significato) come la Tecnica del Pomodoro.

#3 Concediti le pause

Dopo esserci concentrati su un’attività abbiamo bisogno di prenderci una pausa per staccare un po’. Ma questo non vuol dire:

controllare i messaggi sullo smartphone;

scrollare il feed dei social come Facebook o Instagram;

pensare ad altri compiti da svolgere che al momento non ci interessano;

cominciare a rispondere alle mail.

Le pause devono servire per ottenere dei benefici, per fare qualcosa di salutare e per consentire alla mente di ricaricarsi.

Si possono usare le pause per preparare un caffè, una tisana, fare qualche piccolo esercizio di stretching o uscire all’esterno per prendere una bella boccata d’aria.

#4 Elimina le distrazioni

Per migliorare la mia concentrazione ho adottato una serie di accorgimenti che mi permettono di non distrarmi dal lavoro che sto svolgendo:

disabilitare tutte le notifiche sul cellulare;

abbassare la suoneria del cellulare;

usare il pc in modalità “schermo intero” e tenendo aperte solo le finestre che mi servono per svolgere un determinato lavoro;

stabilire i momenti nell’arco della giornata durante i quali mi prendo una pausa più lunga.

Sono piccole accortezze che non necessitano di uno sforzo e che siamo disposti a fare una volta che abbiamo compreso cosa significa multitasking veramente.

Queste “strategie”, possono farci risparmiare tempo prezioso, migliorare la qualità del nostro lavoro e di conseguenza della nostra vita .

#5 Impara a gestire le urgenze.

Spesso il nostro lavoro viene interrotto proprio mentre siamo concentrati su un compito importante, perdiamo il filo e non riusciamo a concludere quello che stavamo facendo. 

Uno studio americano ha rivelato che per ritornare al nostro lavoro dopo varie interruzioni impieghiamo in media durante una giornata 23 minuti.

Quindi come ci dobbiamo comportare quando all’improvviso arriva un’urgenza. Intanto dobbiamo porci la domanda: È un’attività urgente ed importante? e dopo aver valutato l’importanza possiamo:

  • risolverla subito;

  • scriverla nella lista di cose da fare.

E poi impariamo a dire di no altrimenti rischiamo di prendere troppi impegni che poi non saremmo in grado di gestire. Tra i contro nel significato di multitasking: non possiamo sempre accontentare tutti.

E tu? Quanto sei bravo a gestire il tuo tempo?

Scopri il PERCORSO GRATUITO per ottenere “più risultati e una migliore qualità di vita”.

Buon lavoro e buona vita!

Fonti bibliografiche

  • Thomas Buser & Noemi Peter, Multitasking 2012
  • Rosen, The Myth of Multitasking, 2008
  • Di Dario D. Salvucci, Niels A. Taatgen, The Multitasking Mind, 2010
  • Spink, Cole, Waller, Multitasking Behavior, 2008

 

Approfondimenti suggeriti

I libri per migliorare le proprie abitudini

Digita sul titolo o sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

0 0 votes
Article Rating
Categorie
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, imprenditore, autore ed Executive Business Coach ACC ICF con circa 20 anni di esperienza imprenditoriale e manageriale in Italia e all’estero. La mia esperienza mi ha permesso di entrare in contatto con culture molto diverse, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale e personale.

Da sempre appassionato di Coaching e crescita personale, ora come Mental Coach aiuto imprenditori e manager a ottenere risultati grazie a nuovi strumenti, metodologie e competenze. Li supporto nella gestione di progetti d’innovazione e cambiamento, con percorsi di Coaching e Formazione, individuali e collettivi, per migliorare le prestazioni professionali.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

RIMANI AGGIORNATO

"Non è solo importante lavorare di più, è fondamentale LAVORARE MEGLIO!"
Ricevi aggiornamenti e contenuti riservati.

GESTIONE DEL TEMPO
e
ORGANIZZAZIONE PERSONALE

"Non è solo importante lavorare di più, è fondamentale LAVORARE MEGLIO!"

Scopri il PERCORSO PRODUTTIVITA' per ottenere più risultati in meno tempo.

Share via
Copy link