fbpx

Fino al 30/04 codice PROMOLANCIO50 per uno sconto del 50% sui corsi online

La forza di volontà: cos’è e come rinforzarla per lavorare meglio

la forza di volontà

INDICE

Secondo l’American Psychology Association, nella sua essenza, la forza di volontà è la capacità di resistere alle tentazioni a breve termine per raggiungere obiettivi a lungo termine.

Per illustrare in un esempio più grafico cos’è la forza di volontà, vale la pena guardare un esperimento condotto dagli psicologi dell’Università della Pennsylvania Angela Duckworth, PhD, e Martin Seligman, PhD, hanno esplorato l’autocontrollo negli studenti dell’ottavo anno nel corso dell’anno scolastico. I ricercatori hanno prima valutato l’autodisciplina degli studenti (il loro termine per autocontrollo) chiedendo agli insegnanti, ai genitori e agli studenti stessi di completare i questionari. Hanno anche dato agli studenti un compito in cui avevano la possibilità di ricevere $ 1 immediatamente o di aspettare una settimana per ricevere $ 2.

Hanno scoperto che gli studenti che si erano classificati in alto sull’autodisciplina avevano voti migliori, una migliore frequenza scolastica e punteggi dei test standardizzati più alti, ed erano più propensi ad essere ammessi a un programma di scuola superiore competitivo. L’autodisciplina, hanno scoperto i ricercatori, era più importante del QI nel prevedere il successo accademico.

Determinazione, autodisciplina, autocontrollo

In molti occasioni la forza di volontà viene paragonata ad altri concetti come: determinazione, autodisciplina, autocontrollo. Ma gli psicologi caratterizzano la forza di volontà, o autocontrollo, in modi più specifici. Secondo la maggior parte degli scienziati psicologici, la forza di volontà può essere definita come:

  • La capacità di ritardare la gratificazione, resistendo alle tentazioni a breve termine al fine di raggiungere obiettivi a lungo termine.

  • La capacità di ignorare un pensiero, un sentimento o un impulso indesiderati.

  • La capacità di impiegare un sistema cognitivo di comportamento “freddo” piuttosto che un sistema emotivo “caldo”.

  • Può essere conscio, oppure una regolazione faticosa del sé da parte del sé.

  • Una risorsa limitata che può essere esaurita.

Sebbene ci siano alcune controversie sulla forza di volontà, un numero crescente di ricerche suggerisce che la forza di volontà dovrebbe essere considerata un muscolo. Questo ci porta alle seguenti riflessioni. Quindi, per rafforzare un muscolo, devi fare esercizio. E anche dobbiamo tenere in mente che quando lavori troppo, i muscoli si stancano e avranno bisogno di tempo per riprendersi.

Mettere questo nel contesto dell’autodisciplina significa allenare la nostra forza di volontà regolarmente ma permettendoci di essere rilassati di volta in volta, in modo che il “muscolo della forza di volontà” abbia la possibilità di ripristinare i suoi livelli di energia.

Rafforzare la forza di volontà

La forza di volontà è correlata a risultati di vita positivi come voti migliori, maggiore autostima, tassi di abuso di sostanze inferiori, maggiore sicurezza finanziaria e miglioramento della salute fisica e mentale.

Perciò, c’è un elenco di passaggi che si possono mettere in pratica secondo queste ricerche, giusto per rafforzare la forza di volontà e migliorare la nostra vita, come ad esempio:

 

#1 Fare esercizio tutti i giorni.

Molte persone si promettono ogni anno che si eserciteranno ogni giorno. Con buone intenzioni, pagano gli abbonamenti in palestra, rimangono impegnati per alcune settimane e poi smettono. Possiamo dire che la colpa è della mancanza di autodisciplina. L’impegno nello sport richiede forza di volontà, il che rende l’attività fisica un ottimo modo per allenare i muscoli che si trovano nel cervello della forza di volontà. È consigliato iniziare in piccolo e costruire. Se la tua forza di volontà è limitata, devi ingannare il tuo cervello facendogli credere che nulla stia realmente accadendo. Più piccolo è, meglio è in modo che il tuo cervello (forza di volontà) non suoni il campanello d’allarme. Se non puoi prendere le scale per tutte e 5 le rampe, prendile per 1 e poi passa all’ascensore. Si tratta di fare piccoli passi e con il tempo, aggiungine di più man mano che la tua forza di volontà migliora.

 

#2 Nutrire il tuo cervello con il cibo giusto.

La forza di volontà e il processo decisionale sono strettamente correlati. Ogni volta che fai appello alla forza di volontà, inizia una lotta tra le parti razionali ed emotive del tuo cervello. Devi decidere cosa scegliere: gratificazione immediata o ritardata, ma un maggiore beneficio dopo. Gli studi suggeriscono che una dieta povera ti rende propenso a fare scelte più emotive rispetto a se fossi ben nutrito. A tal fine, lo stesso consiglio di iniziare in piccolo va molto. Scambia una tazza di soda con tè o acqua. Sostituisci il bagel alla cannella e zucchero con un’opzione integrale. Mantieni le modifiche piccole in modo che il tuo cervello non si accorga che è stato apportato un cambiamento. In pochissimo tempo, puoi sviluppare le tue capacità di forza di volontà.

 

#3 Sviluppare il tuo sistema di ricompensa.

Il cervello umano è programmato per favorire la gratificazione istantanea rispetto a una ricompensa ritardata (non importa quanto sia più grande). Conoscere questo fatto sul tuo cervello può aiutarti a resistere alla tentazione. Se suddividi il tuo grande obiettivo in pochi obiettivi più piccoli e assegni una preziosa ricompensa per ogni piccolo obiettivo raggiunto, la tua forza di volontà verrà attivata.

 

#4 Allenare la tua forza di volontà, ma non esagerare.

Gli studi suggeriscono che allenare la nostra forza di volontà fa miracoli, ma tutto va bene con moderazione. Se diventi un maniaco dell’autocontrollo e lo rimani troppo a lungo, questo non porterà delle buone conseguenze, anzi può essere controproducente.

 

#5 Lavorare sui tuoi livelli di stress.

Secondo gli studi sulla connessione tra stress e forza di volontà, il comportamento orientato all’obiettivo soffre quando la nostra segnalazione di lotta o fuga è attiva. Quando siamo calmi, è più probabile che ascoltiamo la parte razionale del nostro cervello invece di agire emotivamente e cadere nelle tentazioni.

 

#6 Stabilire obiettivi realistici.

Quando stabilisci obiettivi non realistici, è molto più probabile che tu perda la partita prima ancora prima di iniziare a giocare. Questo perché non appena ti rendi conto che non ce la farai, la tua autostima diminuisce e così anche la tua forza di volontà. Quindi, è consigliato stabilire obiettivi abbastanza grandi da essere motivanti ma comunque fattibili. In alternativa, suddividi i tuoi obiettivi in diverse categorie e lavora su un obiettivo più piccolo alla volta. Dopodiché, la sensazione di fare progressi aumenterà la tua autostima e rafforzerà la tua forza di volontà.

E tu? Quanto sei bravo a gestire il tuo tempo?

Scopri il mio servizio di Performance Coaching.

Bibliografia e sitografia di riferimento

I libri per migliorare le proprie abitudini

Digita sul titolo o sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

0 0 votes
Article Rating
Categories

CORSI ONLINE

Programmi di miglioramento e crescita personale per potenziare le abilità di gestione del tempo, organizzazione personale.
Subscribe
Notify of
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, imprenditore, autore ed Executive Business Coach ACC ICF con circa 20 anni di esperienza imprenditoriale e manageriale in Italia e all’estero. La mia esperienza mi ha permesso di entrare in contatto con culture molto diverse, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale e personale.

Da sempre appassionato di Coaching e crescita personale, ora come Mental Coach aiuto imprenditori e manager a ottenere risultati grazie a nuovi strumenti, metodologie e competenze. Li supporto nella gestione di progetti d’innovazione e cambiamento, con percorsi di Coaching e Formazione, individuali e collettivi, per migliorare le prestazioni professionali.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Share via
Copy link