fbpx

Vivere sempre di fretta: cause, problemi, rischi e rimedi

INDICE

La fretta è cattiva consigliera.

Così la saggezza popolare ci insegna che ciò che viene fatto, e deciso, con la fretta non potrà portare ad ottenere dei buoni risultati.

Eppure, oggi tutti sono di fretta, soffrono di una mancanza cronica di tempo, senza rendersi conto che non solo la fretta non sia necessaria, ma che possa portare a rischi notevoli.

La fretta, un male sempre più diffuso

Il fatto di vivere di fretta, e di percepire una continua mancanza di tempo, è davvero un male diffuso.

Prova a chiedere ad amici e parenti quali siano le loro sensazioni in merito al tempo e alla sua gestione.

La maggior parte di questi ti dirà di non avere mai tempo per fare le cose, di sentirsi sopraffatti e di non avere più il controllo delle proprie giornate.

Tanti, quindi, hanno continuamente la sensazione di non avere mai tempo, di avere continui impegni e di arrivare alla fine della giornata senza accorgersi del trascorrere delle ore, in quanto troppo pressati da ciò che richiama la loro attenzione.

Eppure, sembra che non sia del tutto vero. In una recente ricerca pubblicata sul Journal of consumer research, è stato dimostrato come più che i tanti impegni che ci attanagliano ogni giorno, il nostro tempo sia in parte “conquistato” dalle brutte abitudini.

Viviamo di fretta ma, sempre secondo le indicazioni di questa ricerca, controlliamo il nostro cellulare fino a 200 volte al giorno, perdiamo tempo nello svolgere attività inutili e ci ritroviamo, poi, ad essere continuamente in ritardo sulla tabella di marcia.

Il risultato della ricerca, che è sicuramente condivisibile, ci mostra quindi che non è vero che viviamo sempre di fretta, ma che spesso sprechiamo tempo prezioso che potrebbe essere usato per svolgere le nostre attività con più calma.

E se anche il settimanale The Economist ha pubblicato recentemente un articolo nel quale si sottolinea come la nostra società viva nell’ansia della mancanza di tempo, è anche vero che la fretta, e questo atteggiamento, hanno delle cause ben specifiche.

mentalità-statica-mentalità-di-crescita

Vivere di fretta, le cause

Una delle cause più diffuse della fretta, e della sensazione della mancanza di tempo, è costituita dai tempi e dai ritmi di lavoro.

Oggi molti di noi lavorano tanto, forse troppo, e tanti non si concedono mai una vacanza.

In tante situazioni ci si dedica a più di un lavoro, accumulando ore su ore, solamente per poter guadagnare qualcosa in più.

Il denaro è diventato un metro di valutazione non solo dello stato di soddisfazione della persona, ma anche della sua posizione sociale, e chi non possa permettersi di possedere tutta una serie di oggetti verrà visto come una persona povera e non degna.

Tuttavia, se ci si pensa, questo continuo dedicarsi al lavoro non porta da nessuna parte: si possono sì comprare oggetti, ma non si godrà di nulla.

Non si avrà il tempo per una vacanza, per gli hobby e per la propria vita personale, e alla fine ci si sentirà ancora peggio di prima.

Questo porterà a volersi ulteriormente gratificare con oggetti e con sistemi “immediati” che andranno ulteriormente ad innescare il circolo vizioso appena visto.

Ecco perché sarebbe bene ripensare non solo al proprio lavoro, ma anche alle priorità, cercando di vivere una vita più semplice ma sicuramente più appagante, fatta di cose vere, di esperienze ed emozioni, e non di oggetti e di apparenza.

modi per rallentare e smettere di correre nella vita

Vivere di fretta, i problemi e i rischi

Come avrai compreso, quindi, il fatto di vivere continuamente di fretta non può portare a buoni risultati.

Se, come abbiamo visto, la fretta è cattiva consigliera, si arriverà anche a correre una serie di rischi che non sono da sottovalutare.

Il primo riguarda proprio quel lavoro che tanti dicono di amare e di ritenere indispensabile.

Avendo la continua ansia del tempo non sarà possibile svolgere al meglio il proprio lavoro e ci si esporrà al rischio di commettere una serie di errori che, alla fine, potranno anche costare il proprio posto di lavoro.

Ci si dimenticherà delle scadenze, si faranno male i conti, ci si taglierà o infortunerà: questi sono tutti rischi da non sottovalutare, perché fanno capire come una vita vissuta di fretta possa portare a pessimi risultati.

C’è poi l’aspetto legato alla vita personale. Chi vive in questo costante stato di ansia spesso ha una vita personale e familiare non felice.

Il partner potrà iniziare a sentirsi trascurato, ci si dimenticherà di compleanni e anniversari, e i figli lamenteranno la scarsa attenzione del genitore durante il tempo trascorso insieme.

Eppure la vita personale dovrebbe essere importante, l’unica effettivamente degna di maggiori attenzioni perché legata ai sentimenti e all’interiorità.

Infine, una vita vissuta in continua fretta comporterà anche dei problemi dal punto di vista fisico e psicofisico.

Lo stress è stato correlato alla manifestazione di moltissime malattie, da quelle della pelle, a quelle legate a stomaco ed intestino, fino alle patologie più gravi, come quelle cardiovascolari e tumorali.

Una persona continuamente stressata dormirà male, non digerirà bene e inizierà a non sentirsi fisicamente in forma, esponendosi anche a maggiori infezioni.

Si può capire, quindi, come il quadro generale non sia per nulla idilliaco e come sia necessario intervenire al più presto per recuperare la situazione.

Vivere di fretta, alcuni rimedi

Proprio per cercare di ridare alla propria vita una dimensione più umana e gestibile, sarà possibile mettere in pratica alcuni consigli semplici ma efficaci.

Ottimizzare le proprie giornate.

Abbiamo visto come la fretta spesso si lega al fatto di perdere tempo in attività inutili. Per questo l’organizzazione sarà importante e consentirà di recuperare anche molte ore alla settimana. Si dovranno abbandonare le cattive abitudini, come il fatto di passare ore sui social e al cellulare, e cis i potrà organizzare meglio anche con gli spostamenti, ad esempio utilizzando i mezzi invece dell’auto per andare a lavorare.

Trovare uno sfogo.

Lo sport, un’attività ludica, un hobby saranno tutti elementi che potranno arricchire le giornate e non andranno a sottrarre tempo, ma a renderlo più prezioso e facilmente godibile.

Fermarsi ogni tanto.

Almeno un paio di volte durante la propria giornata potrai fermarti, potrai fare qualche respiro, chiudere gli occhi e fare un piccolo elenco mentale delle cose per le quali sei grato e che nella tua vita valgono veramente.

come-cambaire-le-abitudini-in-7-passi, come essere produttivo: consigli pratici

E tu? Quanto sei bravo a gestire il tuo tempo?

Scopri il mio servizio di Performance Coaching.

Fonti bibliografiche

  • Ann M. Graybiel and Kyle S. Smith, GOOD HABITS, BAD HABITS 2014
  • Jager, W. Breaking ‘bad habits’: a dynamical perspective on habit formation and change 2003
  • Quinn, Pascoe, Wood, Can’t Control Yourself? Monitor Those Bad Habits 2010
  • Eerde, Procrastination at Work and Time Management Training, 2010
  • Goyal, Ilmanen, Kabiller, Bad Habits and Good Practices, 2015
  • De Holan, Phillips, Nelson, Lawrence, Thomas, Managing Organizational Forgetting 2004
  • Ekanem, Breaking Bad Habits 2016

 

Approfondimenti suggeriti

I migliori libri per migliorare le proprie abitudini

Digita sul titolo o sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

0 0 votes
Article Rating
Categorie
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Informazioni sull' autore

Ciao, sono Matteo Rocca, imprenditore, autore ed Executive Business Coach ACC ICF con circa 20 anni di esperienza imprenditoriale e manageriale in Italia e all’estero. La mia esperienza mi ha permesso di entrare in contatto con culture molto diverse, che hanno arricchito il mio bagaglio professionale e personale.

Da sempre appassionato di Coaching e crescita personale, ora come Mental Coach aiuto imprenditori e manager a ottenere risultati grazie a nuovi strumenti, metodologie e competenze. Li supporto nella gestione di progetti d’innovazione e cambiamento, con percorsi di Coaching e Formazione, individuali e collettivi, per migliorare le prestazioni professionali.

0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x

RIMANI AGGIORNATO

"Non è solo importante lavorare di più, è fondamentale LAVORARE MEGLIO!"
Ricevi aggiornamenti e contenuti riservati.

GESTIONE DEL TEMPO
e
ORGANIZZAZIONE PERSONALE

"Non è solo importante lavorare di più, è fondamentale LAVORARE MEGLIO!"

Scopri il PERCORSO PRODUTTIVITA' per ottenere più risultati in meno tempo.

Share via
Copy link