F.A.Q. - DOMANDE FREQUENTI

” Potete giudicare quanto intelligente è un uomo dalle sue risposte. Potete giudicare quanto è saggio dalle sue domande ”

REPORT & STATS

Ricerche, studi e statistiche sul Coaching

COSA NON E' IL COACHING

La differenza tra il Coaching e le altre discipline

GLOSSARIO COACHING

Termini usati, parole e definizioni

FAQ COACHING

Domande e risposte per chiarirsi le idee

CLIENTE

Il cliente nel coaching è una persona o una organizzazione che vuole raggiungere un livello di performance maggiore, o aumentare le competenze o la soddisfazione nel proprio lavoro in tempi rapidi, per un progetto specifico o per preparare la gestione di altre persone. A volte c’è mancanza di chiarezza delle scelte da fare oppure c’è bisogno di riequilibrare il tempo dedicato al lavoro rispetto alla vita privata o superare periodi di stress. In altri casi c’è un bisogno di gestire in modo più organizzato la propria attività o affrontare fasi di cambiamento o ancora migliorare le capacità di relazione e favorire l’auto efficacia.


“Quando capisco che mi serve un coach?”

Quando hai in mente un obiettivo, ma per qualche motivo le tue risorse personali sono momentaneamente “non disponibili”. Chiediti se sei favorevole e flessibile ad attuare cambiamenti reali nel tuo lavoro o nella tua vita e sei disposto a confrontarti, ampliare le prospettive e dedicare del tempo per promuovere un auto-sviluppo personale. contatti


“A chi è rivolto il BUSINESS COACHING?”

Il Business Coaching si rivolge a imprenditori, manager, liberi professionisti, aziende che vogliono potenziare le proprie risorse attraverso un efficace strumento di conoscenza e crescita personale. Gli ambiti di intervento, tra gli altri, sono quelli della gestione del cambiamento, lo sviluppo della leadership, il lavoro di team, la gestione del tempo, l’equilibrio tra lavoro e vita personale, la motivazione delle risorse, la comunicazione, il rafforzamento dell’autostima, la produttività. Coaching Aziendale


“A chi è rivolto il LIFE COACHING?”

Il Life Coaching si riferisce agli ambiti personali della vita delle persone ed è rivolto a uomini, donne, ragazzi. Il Coach può essere di aiuto per raggiungere più velocemente degli obiettivi oppure nei momenti di stallo, indecisione, confusione; quando cioè siamo chiamati a compiere delle scelte e non riusciamo a individuare la direzione per noi più giusta. Life Coaching


“A chi è rivolto il TEAM COACHING?”

Il Coaching è impiegato sia con i singoli sia con i team (Team Coaching). Quando viene fatto per il Team i benefici ricadono anche sui singoli componenti, in special modo sul Team Leader per quanto riguarda le sue capacità di guida, delega e motivazione, e sui membri del team a cui dà la possibilità di affrontare le classiche disfunzioni dei team, quali i conflitti, le alleanze ostili, la non partecipazione, la mancanza di fiducia, con gli strumenti collaborativi che il Coaching attiva durante il processo focalizzato sugli obiettivi comuni. Coaching Aziendale


“A chi è rivolto lo SPORT COACHING?”

Il Coaching nella performance sportiva è rivolto ad atleti e ad allenatori, a chiunque pratichi attività sportive e voglia migliorare la propria performance lavorando ecologicamente sulle proprie capacità e potenzialità. E’ particolarmente efficace nel superare gli ostacoli psicologici che si manifestano durante le competizioni e i momenti di stress. Benessere Totale


“A chi è rivolto lo CAREER COACHING?”

Riguarda l’ambito lavorativo, in particolare la Carriera. Serve quando sei in cerca di lavoro e vuoi sentirti realizzato, esaltare le tue abilità, capire quali qualità possono aiutarti in ambito lavorativo, affrontare efficacemente un colloquio di lavoro. Career Coaching


“In azienda si può fare il coaching a chi non lo desidera?”

No. L’efficacia del coaching è nella assunzione di consapevolezza e responsabilità. Se il coaching viene imposto, non funziona. Dalla mia esperienza, però, ciò capita raramente. Se lo strumento del coaching è utilizzato genuinamente come investimento sulla crescita delle risorse, una volta che ne sono percepite le potenzialità, il coaching viene ben accolto.


“Con il coaching si può lavorare su obiettivi minori?”

Certamente! Con alcuni clienti lavoro per raggiungere i loro obiettivi, su progetti definiti e a breve termine. In parecchi casi, comunque, il cliente continua a lavorare anche successivamente perché scopre mete ancora più interessanti da conseguire.


“Come posso pagare?”

Le condizioni di pagamento sono studiate per ogni nostro servizio, in base alla sua durata e all’entità dell’importo. Normalmente cerco di rendere i pagamenti semplici, ma anche sostenibili e in alcuni casi é previsto che si possa pagare a rate. Se rispetto alle condizioni standard del servizio o prodotto che vuoi acquistare hai esigenze diverse non esitare a informarmi prima dell’inizio del percorso.


“E’ meglio andare da un coach o da uno psicologo?”

Essendo professionisti diversi, a ognuno di questi ci si rivolge per motivi diversi. Lo psicologo cura un disturbo psicologico, un Coach si occupa di presente e di futuro, di obiettivi ed è “incentrato sul risultato”. Per maggiori informazioni, anche su altre professioni “parallele”, guarda la pagina specifica del sito.


“Come posso avere qualche informazione aggiuntiva?”

Scrivimi utilizzando il form qui sotto oppure alla mail che trovi nei contatti

IL COACHING ONLINE E' EFFICACE E COMODO

Per evitare ogni forma di stress, io lavoro in sessioni di Coaching Online, in videoconferenza, garantiscono gli stessi identici risultati e maggior comodità!

L’unica condizione è che la qualità della tua connettività, preventivamente testata, sia ottimale.

COMODITA’

  • è semplice intrattenere sessioni ovunque tu sia (al lavoro, a casa, in hotel, all’estero, in treno, in aereo, in auto, ecc.);
  • se viaggi spesso, garantisce continuità e regolarità al percorso;
  • si evita di dover preparare il setting, accoglimento e registrazione dell’ospite (ufficio, saletta, etc.)
  • risulta di facile utilizzo (TV, PC, cellulare, tablet);
  • non ti devi spostare, risparmi tempo e denaro in trasferimenti
  • è molto più riservato, pratico, confortevole e antistress;
  • evitando tempi “persi” offre una fascia oraria più ampia.

VANTAGGI

  • se sei in un posto comodo ti senti maggiormente a tuo agio e la sessione è più efficace;
  • è più conveniente: risparmio tempo perciò per te il prezzo è inferiore;
  • è più veloce, si adatta alle esigenze d’agenda (mattina presto, la sera, se c’è fuso orario, nel weekend, etc.);
  • fa risparmiare tempo e costi per viaggi e spostamenti.
  • spesso si utilizza il proprio PC o Notebook e si possono prendere appunti più facilmente;
  • puoi scegliere coach che risiedono in tutta Italia.

BENEFICI

“Che benefici ricavo dal coaching?”

Il cliente nel coaching è una persona o una organizzazione che vuole raggiungere un livello di performance maggiore, o aumentare le competenze o la soddisfazione nel proprio lavoro in tempi rapidi, per un progetto specifico o per preparare la gestione di altre persone. A volte c’è mancanza di chiarezza delle scelte da fare oppure c’è bisogno di riequilibrare il tempo dedicato al lavoro rispetto alla vita privata o superare periodi di stress. In altri casi c’è un bisogno di gestire in modo più organizzato la propria attività o affrontare fasi di cambiamento o ancora migliorare le capacità di relazione e favorire l’auto efficacia. Coaching

 

“Perchè oggi si parla tanto di coaching? “

Nell’epoca del tempo esponenziale e di rapidi cambiamenti, persone e aziende necessitano di crescita ed eccellenza. La logica dell’adattamento a regole sociali e aziendali prestabilite e fisse viene soppiantata dal dinamismo e dall’urgenza di una sempre maggiore responsabilizzazione da parte del singolo individuo. Il coaching abitua le persone a pensare in modo autonomo, e questa autonomia consente lo sviluppo e l’allenamento delle potenzialità individuali a favore di una crescita comunitaria ed aziendale. La nostra evoluzione ci chiede di formarci e migliorarci non solo a livello tecnico in ambito professionale, ma anche a livello personale sviluppando competenze relazionali ed emozionali. Il coaching allena in questo processo di miglioramento costante mantenendo in equilibrio sapere, saper fare e saper essere. Coaching

 

“Come può essere valutato il successo di un processo di coaching? “

La valutazione può essere fatta grazie agli indicatori esterni di performance e grazie agli indicatori interni di successo. Esempi di indicatori esterni: raggiungimento degli obiettivi di coaching stabiliti all’inizio del rapporto di coaching, incremento del reddito, ottenimento di una promozione, feedback sulla prestazioni ottenuto da un campione di individui che sono parte essenziale del contesto ( es. collaboratori diretti, colleghi, clienti, capi, lo stesso manager) dati di performance personali e/o di business (produttività, provvedimenti efficienti). I parametri esterni prescelti dovrebbero essere basati su cose che la persona sa valutare già. Esempi di indicatori interni: autovalutazioni che possono esser somministrate all’inizio e ad intervalli regolari nel processo di coaching, cambiamenti nella consapevolezza della persona e in quella degli altri, cambi di paradigma che guidano verso azioni più efficaci e cambiamenti di stati emotivi che ispirano maggior fiducia. Coaching

 

“Tu mi aiuti? Mi dici quello che devo fare? “

Io ti aiuto e ti supporto, ma non ti dico quello che devi fare! Il coach non è un consulente e non ha soluzioni pre-confezionate per te! Io ti supporto con l’ascolto attivo, le domande e i feedback tratti dal coaching, che sono sempre e solo riflessioni che ti offro e su cui sarai tu a fare una valutazione su quanto ti possano essere utili o meno per raggiungere il tuo obiettivo. Secondo la metodologia di coaching, le risposte sono in te e io sono impegnato al 100% nel percorso di coaching per far emergere da te tuoi nuovi punti di vista che ti portino a pensare nuove cose e di conseguenza a intraprendere nuove azioni. La mia posizione non è mai quella di ‘forzare’, ‘spingere’, ‘promuovere’: è quella di chiederti che cosa ne pensi e che cosa intendi fare! Diversamente un Coach che ha maturato un’esperienza in un settore specifico e ha ottenuto risultati può offrire anche un servizio di consulenza. I servizi di coaching e di consulenza sono divisi ben definiti, hanno logiche diverse, obiettivi e metodologie diversi.

 

“Mi assicuri che con un percorso di coaching con te raggiungerò l’obiettivo al 100%? “

Nessun professionista serio può assicurarti il successo al 100%! Non lo fa un medico, non lo fa un avvocato e il Coach segue lo stesso principio. E’ tua la responsabilità di raggiungere l’obiettivo, come saranno tuoi i meriti e i benefici della riuscita, dato che sei tu a mettere in pratica le decisioni che hai preso durante le sessioni. Come Coach, ti assicuro il 100% della mia professionalità e del mio impegno nell’aiutarti a conseguire il risultato. Coaching

 

“Per quale motivo dovrei affrontare un percorso di coaching con te? “

Un coach con certificato ICF è un professionista che ha seguito una formazione specifica di coaching e ha ottenuto uno dei tre gradi di certificazione attraverso le sue ore di pratica professionale (io sto ultimando l’accreditamento ACC). Si è inoltre impegnato a rispettare il codice etico ICF, dunque a comportarsi in maniera onesta e chiara. Infine, per mantenere la sua certificazione, un coach con certificato ICF deve innanzitutto mantenere e aumentare le sue ore di pratica, ma deve anche mantenersi costantemente in formazione e condivisione con altri coach. Infine un coach con certificato ICF si appoggia personalmente presso un altro coach. Scopri chi sono

 

“Dove non è indicato il coaching? “

Il coaching non è indicato quando ci sono distrurbi psicologici (psicologo), quando il cliente chiede una consulenza (consulente), quando ci sono disagi psicologici (counselor), quando viene richiesto un percorso di formazione personalizzato di lunga durata (mentor). In fase di sessione preliminare gratuita, se il cliente richiede specificamente questi servizi diversi dal coaching, sarà mia premura consigliare un professionista diverso.

 

“Il coaching funziona per i problemi sentimentali? “

Il percorso di coaching aumenta la propria consapevolezza e visione permettendo un quadro delle relazioni in atto più chiaro per intraprendere le azioni opportune. Life Coaching

 

“Il coaching funziona con i bambini?”

Sì, i bambini per le loro caratteristiche sono molto ricettivi e il percorso è anche decisamente divertente. Life Coaching

 

“Quali sono i vantaggi di lavorare con un coach ICF? “

Un coach con certificato ICF è un professionista che ha seguito una formazione specifica di coaching e ha ottenuto uno dei tre gradi di certificazione attraverso le sue ore di pratica professionale. Certificandomi alle Associazioni ICF e AICP mi impegno a rispettare il codice etico ICF e il codice etico AICP, dunque a comportarmi in maniera onesta e chiara. Per mantenere la mia certificazione devo innanzitutto mantenere e aumentare le mie ore di pratica, ma anche mantenermi costantemente in formazione e condivisione con altri coach. Infine un coach con certificato ICF si appoggia personalmente presso un altro coach.

 

“Perchè è così efficace il coaching?”

Perché è estremamente pratico e orientato alle soluzioni, anziché a lunghe e dispersive ricerche sulle possibili cause di un problema. Coaching

 

“In seguito al percorso di coaching, rischio di maturare un’eccessiva “dipendenza” dal Coach?”

Il Coaching porta nella direzione esattamente opposta: sviluppa autostima, senso di auto-efficacia, consapevolezza. Il coaching favorisce un processo di profonda crescita personale che rende il coachee sempre più forte ed autonomo.

PERCORSO

“E’ possibile fare una sessione di prova? “

Certamente, basta prenotare una sessione attraverso il modulo di contatto


“Che differenza c’è tra formazione e coaching? ” 

Formazione e Coaching hanno due approcci diversi. La formazione è volta ad aumentare le “conoscenze”, cioè a trasferire informazioni da un docente a un allievo. Il Coaching lavora per l’auto-sviluppo delle competenze. Una disciplina non esclude l’altra, anzi possono potenziarsi a vicenda.


“Che differenza c’è traBusiness o Corporate Coaching e Life Coaching? “

Dal punto di vista delle tecniche utilizzate, sostanzialmente nessuna. Il Business Coaching si svolge in ambito lavorativo e quindi oltre al Cliente e al Coach, ci può essere anche una terza parte coinvolta nel processo, rappresentata dall’azienda. Il Life Coaching è invece un percorso che una persona decide solo per se stessa, al fine di raggiungere gli obiettivi che si è posta nei vari ambiti della propria vita. Per l’impresa


“Coaching e PNL sono la stessa cosa? “

Il Coaching è una metodologia volta al raggiungimento di obiettivi. La PNL – Programmazione Neurolinguistica –  comprende una serie di strumenti per migliorare la comunicazione, il proprio stato emotivo, a pensare efficacemente. Io utilizzo anche gli strumenti della PNL per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Per maggiori informazioni sulla PNL, guarda la pagina specifica del glossario.


“Come si stabilisce il valore economico di una relazione di coaching? “

La prima sessione è totalmente gratuita e non impegnativa. Proprio durante questa sessione di avvio – dopo avere reciprocamente verificato che esistano le premesse per una proficua collaborazione – vengono concordati i termini della relazione di Coaching (numero, tipologia, sede e cadenza delle sessioni). Alla luce di questi elementi, delle esigenze e delle aspettative del cliente, si concorda il valore economico del servizio.


“Tu analizzi il mio passato? ” 

No. Il coaching è uno strumento per modificare i tuoi pensieri nel presente per costruire un futuro differente per te. Se porti un avvenimento del passato in una sessione di coaching io ti porrò domande sull’oggi, riguardo al che cosa hai imparato da quell’esperienza? Le dimensioni temporali del coaching sono prevalentemente l’oggi in vista di un domani, con un obiettivo che ti proponi di raggiungere.


“Come si svolge un percorso di coaching? Quanto dura? “

Si comincia con un colloquio personale per stabilire i risultati che si vogliono raggiungere e definire le finalità del rapporto e le priorità delle azioni dopo aver esaminato attentamente la realtà e le opzioni disponibili. Le sessioni possono avvenire in presenza oppure per telefono o con videoconferenza su Skype/FaceTime/WhatApp e la durata della sessione viene concordata in un minimo di un’ora e massimo due ore. La durata della relazione di coaching varia a seconda delle esigenze della persona o dell’organizzazione a seconda del tipo di obiettivi che si vuole raggiungere, la frequenza delle sessioni e la disponibilità finanziaria disponibile. Col coaching si lavora nel presente verso la meta desiderata. Il cliente sceglie l’argomento della conversazione (focus) e il coach lo ascolta ponendo osservazioni e domande efficaci che portano il cliente verso una maggiore pro attività. Contatti


“Come lavori? “

Il percorso di coaching é una partnership tra me e te, si fonda su una serie di incontri a scadenze prefissate. Durante queste conversazioni io ascolto in modo speciale, pongo domande affinché tu sia in grado di trovare dentro di te la risposta che stai cercando, identificando i processi e le risorse per realizzare ciò che desideri. Gran parte del mio lavoro si basa sull’utilizzo corretto del linguaggio e di altre tecniche per favorire la tua consapevolezza e la responsabilità. Non do soluzioni, ma pongo domande che ti aiutino a trovare le tue risposte; in alcune situazioni contribuisco ad allargare la visione, favorisco la genesi di punti di vista diversi e alternativi. Le domande potenti che pongo facilitano l’esplorazione di nuove possibilità, la focalizzazione dei tuoi obiettivi, la presa di coscienza dei tuoi punti di forza, e la definizione del tuo piano d’azione. Insieme concordiamo i modi per raggiungere gli obiettivi e io, aiutandoti a superare limiti, insicurezze e paure, ti stimolo affinché ti impegni a progredire per raggiungere i risultati attesi. Questa tua assunzione di responsabilità é quello che rende il percorso di coaching così efficace. In breve si possono riassumere le mie competenze generali nella capacità di ascolto, nell’abilità di saper motivare, nel porre domande efficaci, nel coltivare la sensibilità verso lo sviluppo dell’autostima, e nel mantenere il focus costante sugli obiettivi del cliente. Contatti


“Quanto costa avere un coach? “

Il problema non è quello, ma: “Quanto costa non averlo?” Contatti


“Quanto costa un percorso di coaching con te? “

I prezzi dei percorsi di coaching dipendono in relazione alla durata delle sessioni, alle modalità di svolgimento, al luogo dove avvengono. C’è sempre una prima sessione gratuita (Intake) dove vengono chiariti i presupposti e le condizioni su cui iniziare il lavoro, e dove si definiscono i costi e le modalità di pagamento. Per il coaching di gruppo, i prezzi vanno concordati in relazione al numero delle persone, alla durata, e alla sede di svolgimento. Contatti


“Come iniziare? “

Per qualsiasi informazione, domanda o commento da fare, puoi compilare il form nella sessione “contatti” o mandare una mail. Ti contatterò al più breve possibile, e potremo così stabilire un appuntamento telefonico o di persona per verificare se un coach può esserti utile, e per renderti conto di come funziona il coaching. Dopo questo primo contatto gratuito, decideremo se lavorare insieme e pianificheremo il nostro percorso di coaching. Contatti


“Dove si tengono le sessioni di coaching?”

Le sessioni di Coaching si possono tenere in presenza oppure per telefono o con videoconferenza su Skype/FaceTime/WhatApp.

Quando sono di persona si tengono presso il mio ufficio, presso l’ufficio del coachee o in ambienti pubblici non caotici in caso di Life Coaching.


“E’ garantita la mia privacy? “

Io ti garantisco la totale segretezza e privacy! A garanzia di ciò puoi leggere le informazioni riguardo alle indicazioni dettate dal codice etico ICF, che mi impegno a rispettare fedelmente. La sezione 4 composta dagli articoli 24-25-26-27 riguarda proprio la “Confidenzialità/Privacy”. Si può abbinare il percorso di coaching ad uno esistente di psicoterapia e/o counselling Si, purché tutti i professionisti coinvolti siano a conoscenza l’uno degli altri e si delinei una linea comune di azione.


“Come faccio se ho poco tempo? Dobbiamo necessariamente incontrarci di persona o possiamo organizzarci in altro modo? “

Possiamo organizzarci per telefono o con videoconferenza su Skype/FaceTime/WhatApp. In ogni caso le sessioni hanno la durata minima di 60 min.


“Qual è la durata minima di un percorso? “

Non esiste una durata minima o massima, tutto dipende dalle tue esigenze. Alla fine della sessione preliminare gratuita, quando si delinea il rapporto di coaching, le informazioni riguardo alla durata ti verranno fornite in modo chiaro e preciso.


“Posso parlare di tutto te? “

Questa è la premessa stessa del coaching. La relazione di coaching è una “area protetta” dove tu devi essere a tuo completo agio, sicuro e sapere che non verrai mai giudicato. La mia riservatezza è assoluta, con l’eccezione di attività criminali illegali. Io potrei eventualmente chiederti di non iniziare o interrompere il percorso anche nel caso in cui i tuoi obiettivi siano profondamente in contrasto con i miei valori. Contatti


“Tu vieni pagato al raggiungimento del risultato? “

No, come in molte altre professioni, io vengo pagato in base al numero di sessioni erogate, anche quando il percorso non da i risultati voluti. Io sono impegnato al 100% a mettere in campo professionalmente il metodo di coaching per supportarti nel raggiungimento dell’obiettivo prefissato. Non tutto però dipende da me. La ‘buona riuscita’ di un percorso di coaching dipende molto e principalmente da te, da quanto sei disposto ad interrogarti, a mettere in atto cambiamenti, a prendere degli impegni con te stesso e per te stesso e a realizzarli. E’ possibile anche che un percorso si concluda senza apparenti risultati e che poi i risultati vengano raggiunti in un secondo tempo, grazie agli strumenti di coaching su cui si è lavorato durante la sessione. Altre volte, il percorso si conclude con la presa di consapevolezza da parte del coachee (anche questo è un risultato!) di non essere nella condizione di voler e poter cambiare ora.

Strumenti

Durante i percorsi, nella fase iniziale, vengono utilizzati strumenti diagnostici accreditati nell’ambito della comunicazione, della crescita professionale e nell’organizzazione aziendale. Questa fase facilita il compito del coach nell’individuare subito ed in modo preciso le preferenze del cliente nel modo di prendere decisioni, lavorare e gestire le difficoltà.

Oltre a quanto sopra descritto, i percorsi possono avvalersi di diversi strumenti:

  • incontri individuali (max. 120 min.), in presenza o in videoconferenza, a una distanza di 1-3 settimane;
  • sessioni telefoniche (max 60 min) per il monitoraggio del piano d’azione, (facoltative);
  • schede formative o corsi di e-learning sviluppati dal coach e funzionali ad accelerare l’apprendimento su temi specifici (frequentati in autonomia, con assistenza del coach)
  • lavoro individuale da parte del coachee su articoli, libri, film, etc.;
  • esercitazioni e simulazioni utili a superare difficoltà emergenti o a rafforzare prestazioni già soddisfacenti

riservatezza

Nei percorsi di coaching ci sono conversazioni in cui vengono sollevate preoccupazioni personali e professionali complesse, spesso private. Una parte fondamentale di questo processo implica la fiducia e l’assoluta certezza che la riservatezza sarà mantenuta ai massimi standard.

A riguardo come Coach associato a ICF e AICP mi impegno a seguirne i rispettivi codici etici. Puoi consultarli ai link qui sotto:

Codice etico ICF

Carta etica AICP

Puoi esser certo che le nostre conversazioni private saranno protette, in conformità ai rigorosi standard personali e professionali. Ciò ti consentirà di essere libero di comunicarmi ogni pensiero per impegnarti pienamente e lavorare sul miglioramento della gestione dello stress, per realizzare i cambiamenti che desideri.

ACC_ICF
analisi dello stile comportamentale EXTENDED DISC
logo AICP